Principali novità normative e giuridiche sugli Appalti Pubblici mese di agosto

  • ILLEGITTIMNITÀ LIMITE DEL TRENTA PER CENTO ELEMENTO ECONOMICO (95.10BIS)
    Tipo Documento: PRASSI
    Descrizione:
    Il comma 10 bis dell'art. 95 del d.Lgs 50/2016, nella parte in cui prevede un tetto massimo per il punteggio economico, entro la soglia del 30%, limita eccessivamente la facoltà della stazione appaltante di tenere adeguatamente conto delle offerte economiche.
    Download Richiedi il documento
  • CHIARIMENTI INERENTI IL REQUISITO DI ISCRIZIONE ALL’ALBO GESTORI AMBIENTALI
    Tipo Documento: PRASSI
    Descrizione:
    In un comunicato del presidente dell’autorità si forniscono chiarimenti inerenti il requisito di iscrizione all’albo gestori ambientali. L’autorità, nell’adunanza del 27 luglio 2017, ha deliberato di modificare la propria posizione interpretativa e ritenere che il requisito di iscrizione all’albo dei gestori ambientali richiesto nelle gare di affidamento dei contratti pubblici sia un requisito di partecipazione e non di esecuzione.
    Download Richiedi il documento
  • REGOLAMENTO APPALTI PUBBLICI DI LAVORI SU BENI CULTURALI (23.3 - 146.4)
    Tipo Documento: NORMATIVA
    Descrizione:
    Pubblicato il regolamento sugli appalti pubblici di lavori riguardanti i beni culturali tutelati ai sensi del d.Lgs. N. 42 del 2004, di cui al decreto legislativo n. 50 del 2016, in vigore dall'11 novembre 2017.
    Download Richiedi il documento
  • MANCATA COMPROVA REQUISITI - ESCUSSIONE DELLA CAUZIONE PROVVISORIA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    L'incameramento della cauzione nelle gare pubbliche di appalto costituisce conseguenza ex lege dell'esclusione per riscontrato difetto dei requisiti di partecipazione da parte del concorrente.
    Download Richiedi il documento
  • GRAVE ILLECITO PROFESSIONALE - VALUTAZIONE STAZIONE APPALTANTE (80.13)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Le "significative carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto o di concessione che ne hanno causato la risoluzione anticipata, non contestata in giudizio” non introduce una forma di esclusione automatica, essendo comunque necessaria una compiuta e concreta valutazione della stazione appaltante.
    Download Richiedi il documento
  • ONERI SICUREZZA AZIENDALI - SERVIZI INTELLETTUALI - INDICAZIONI COSTI PARI A ZERO - NON COMPORTA EX SE L’ESCLUSIONE DALLA GARA (95.10)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    L’indicazione di oneri interni per la sicurezza pari a zero in un caso di appalto di servizio di ordine intellettuale (brokeraggio assicurativo) non comporta di per sé l’esclusione della concorrente.
    Download Richiedi il documento
  • 2017 - COMPENSAZIONE CARTELLE DI PAGAMENTO CON CREDITI NON PRESCRITTI, CERTI, LIQUIDI ED ESIGIBILI, NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Compensazione, nell'anno 2017, delle cartelle di pagamento in favore di imprese e professionisti titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, nei confronti della pubblica amministrazione.
    Download Richiedi il documento
  • ART 80 C.5. - ESCLUSIONE PER PRECEDENTE RISOLUZIONE ANTICIPATA DEL CONTRATTO PER SIGNIFICATIVE CARENZE NELL’ESECUZIONE – NO ESCLUSIONE AUTOMATICA (80.5)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    L’art. 80, comma 5, lett. C, d.Lgs. 50/2016, non introduce una forma di esclusione automatica, essendo comunque necessaria una compiuta e concreta valutazione della stazione appaltante circa la gravità e rilevanza dell’inadempimento contrattuale pregresso rispetto alla persistenza del rapporto di fiducia.
    Download Richiedi il documento
  • CESSIONE E AFFITTO RAMO D’AZIENDA - CESSIONARIO CHE SI AVVALE DEI REQUISITI DEL CEDENTE - OBBLIGHI DICHIARATIVI REQUISITI GENERALI CEDENTE - LIMITI ESTERNI ED INTERNI OBBLIGHI DICHIARATIVI
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Mentre una cessione dell’azienda avvenuta prima del limite dell’anno antecedente la presentazione della domanda di partecipazione alla gara da parte dell’impresa cessionaria non rileva ai fini dichiarativi, ciò non vale anche per l’affitto di azienda, che non determina una cesura aziendale e permette che l’influenza dell’affittante continui.
    Download Richiedi il documento
  • ORGANISMO DI DIRITTO PUBBLICO – ART. 3 DLGS 50/2016 - ESIGENZE DI INTERESSE GENERALE, AVENTI CARATTERE NON INDUSTRIALE O COMMERCIALE – ERGO, NO RISCHIO DI IMPRESA E NO OFFERTA DI BENE O SERVIZIO SUL MERCATO (3)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    L’art. 3 del d. Lgs. 50/2016 definisce come «organismi di diritto pubblico», qualsiasi organismo, anche in forma societaria, non costituito al fine di soddisfare esigenze aventi carattere non industriale o commerciale, ossia quelle che si soddisfano senza correre il rischio di impresa e in modo diverso dall’offerta di un bene o servizio sul mercato, quindi facendo salva l’influenza dominante del soggetto pubblico.
    Download Richiedi il documento
  • PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE – SOTTOFASI - VALUTAZIONE OFFERTE TECNICHE DA PARTE DI COMMISSIONE GIUDICATRICE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La giurisprudenza ha avuto modo di chiarire che “nell'ambito della procedura di scelta del contraente con il sistema dell'offerta economicamente più vantaggiosa possono distinguersi le sottofasi della verifica della documentazione amministrativa caratterizzata da un'attività priva di qualsiasi discrezionalità e che può essere svolta anche dal seggio di gara in composizione monocratica, dalla sottofase di valutazione delle offerte tecniche che deve essere svolta necessariamente da una commissione giudicatrice
    Download Richiedi il documento
  • OBBLIGO DI PRODURRE CAMPIONI - VALUTAZIONE DI NON CONFORMITA’ ALLE SPECIFICHE TECNICHE MINIME - OBBLIGO DI SOSTITUZIONE - LEGITTIMITA’ – CAMPIONE E’ MERO ELEMENTO DIMOSTRATIVO DELL’OFFERTA TECNICA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La produzione della campionatura tende a consentire l’apprezzamento, su un piano di effettività, dei requisiti di idoneità dell’impresa ammessa alla gara a rendere una prestazione conforme alle specifiche del disciplinare di gara, in funzione probatoria e dimostrativa, e non ad substantiam. Il campione non è un elemento costitutivo, ma semplicemente dimostrativo, dell’offerta (tecnica), che consente all’amministrazione di saggiare la bontà tecnica del prodotto offerto.
    Download Richiedi il documento
  • SERVIZI DI NATURA INTELLETTUALE - ONERI SICUREZZA AZIENDALI PARI A 0 – NO ESCLUSIONE EX SE - ART. 95, C.10, DLGS. 50/2016 MODIFICATO DAL DLGS. 56/2017 (95.10)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    In presenza di appalti di servizi di ordine intellettuale, l’indicazione degli oneri di sicurezza pari a zero non comporta di per sé l’esclusione del concorrente per motivi di ordine formale (violazione di legge o delle previsioni della lex specialis), dovendosi piuttosto valutare in concreto, in sede di eventuale verifica di anomalia dell’offerta, se tale dichiarazione sia insostenibile o incongrua.
    Download Richiedi il documento
  • REGOLARITÀ FISCALE- PENDENZA DEL TERMINE PER L’IMPUGNATIVA - PUÒ GIOVARE SOLTANTO LADDOVE IL RICORSO SIA STATO PROPOSTO
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La pendenza del termine per l’impugnativa di una cartella di pagamento non rappresenta una eccezione al principio secondo cui alla data di scadenza della domanda di partecipazione occorre presentare una piena conformità fiscale, potendo giovare all’impresa interessata soltanto laddove il ricorso in sede giurisdizionale sia stato poi puntualmente proposto.
    Download Richiedi il documento
  • REQUISITI GENERALI - OMESSA DICHIARAZIONE - SOCCORSO ISTRUTTORIO - INAMMISSIBILITA’ (83.9)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Non è invocabile il soccorso istruttorio in caso di documentazione “mancante” e non solamente “incompleta”.
    Download Richiedi il documento
  • LEX SPECIALIS - TERMINE PERENTORIO PER L’INVIO DELLA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA AL FINE DI ADDIVENIRE ALLA STIPULA DEL CONTRATTO – AMMISSIBILE – NON VIOLA ALCUN PRINCIPIO (32.8 – 83.8)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La circostanza che la lex specialis non preveda un termine per l’invio della documentazione necessaria ai fini della stipula del contratto, tra cui quella comprovante la costituzione della cauzione definitiva, non impedisce all'amministrazione di imporre un termine perentorio per l'espletamento di tale adempimento: ciò risponde alla finalità di evitare che la fase provvisoria si protragga indefinitamente e ad assicurare il rispetto dell’obbligo, che grava sulle parti, di addivenire alla stipula del contratto entro il termine previsto all’art. 32, c. 8, d.Lgs. N. 50/2016.
    Download Richiedi il documento
  • RICORSO AVVERSO I PROVVEDIMENTI DI AMMISSIONE – TERMINE DECORRE DALLA PUBBLICAZIONE DEL VERBALE DI GARA E/O DEL RELATIVO ATTO SUL PORTALE DELLA STAZIONE APPALTANTE, O IN OGNI CASO, DALLA CONOSCENZA, COMUNQUE AVVENUTA DELL’ATTO (204.1.B - 29)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Il termine per proporre ricorso avverso i provvedimenti di ammissione alla gara (…) decorre dalla pubblicazione del verbale di gara e/o del relativo atto sul portale della stazione appaltante, ovvero, in ogni caso, dalla conoscenza, comunque, avvenuta dell’atto (ormai ex lege) lesivo.
    Download Richiedi il documento
  • OMESSA DICHIARAZIONE DA PARTE DEL CONCORRENTE DI TUTTE LE CONDANNE PENALI EVENTUALMENTE RIPORTATE - ESCLUSIONE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    L’omessa dichiarazione da parte del concorrente di tutte le condanne penali eventualmente riportate, anche se attinenti a reati diversi da quelli contemplati nell'art. 38, comma 1, lett. C), ne comporta senz'altro l'esclusione dalla gara, essendo impedito alla stazione appaltante di valutarne la gravità.
    Download Richiedi il documento
  • VICENDE SOGGETTIVE DELL’OPERATORE ECONOMICO - OBBLIGO DI AMMETTERE ALLA GARA IL SOGGETTO SUBENTRANTE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Nel disciplinare le vicende soggettive del candidato, dell’offerente e dell’aggiudicatario, consente espressamente il subentro dei soggetti risultanti da operazioni di cessione, affitto di azienda, o di un ramo di azienda, ovvero da trasformazione, fusione e scisssione di società durante la gara, previo accertamento sia dei requisiti di ordine generale: tale subentro , rappresenta per le amministrazioni aggiudicatrici un vero e proprio obbligo giuridico.
    Download Richiedi il documento
  • COLLEGAMENTO SOSTANZIALE - UNICO CENTRO DI INTERESSE - ELEMENTI UNIVOCI – VIOLAZIONE PAR CONDICIO, SEGRETEZZA E TRASPARENZA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Per giurisprudenza costante l’esclusione per collegamento sostanziale può ritenersi ammissibile quando da una serie di elementi univoci risulta che le offerte presentate sono riconducibili ad un unico centro di interesse che causa o può causare la vanificazione dei principi di par condicio, segretezza delle offerte e trasparenza della competizione.
    Download Richiedi il documento
  • VALORI DEL COSTO DEL LAVORO - TABELLE MINISTERIALI - SEMPLICE PARAMETRO DI VALUTAZIONE NON VINCOLANTE DELLA CONGRUITÀ DELL’OFFERTA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La giurisprudenza amministrativa è costante nel ritenere che i valori del costo del lavoro risultanti dalle tabelle ministeriali costituiscono un semplice parametro di valutazione della congruità dell’offerta, con la conseguenza che l’eventuale scostamento da esse non legittima un giudizio di anomalia o di incongruità.
    Download Richiedi il documento
  • RITO SPECIALISSIMO ART 120, COMMA 2 BIS, CPA - PRESUPPONE L’ADOZIONE E LA COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DI UN ATTO DI AMMISSIONE E DI ESCLUSIONE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Presupposto indefettibile per applicare il rito cd. “specialissimo” o “super speciale”, di cui ai commi 2-bis e 6-bis dell’art. 120 c.P.A., è la presenza di una netta distinzione tra fase di ammissione/esclusione e la fase di aggiudicazione, distinzione che presuppone l’adozione di uno specifico atto di ammissione e di esclusione, nonché la comunicazione di questo ai partecipanti.
    Download Richiedi il documento
  • UN’INGIUSTIFICATA LIMITAZIONE DELLE POSSIBILITÀ DI PARTECIPAZIONE - ESCLUSIONE DI RTI VERTICALI - FATTISPECIE - ILLEGITTIMITÀ (48.2)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Si ha una limitazione illogica della la possibilità degli operatori economici del settore di partecipare alla gara in violazione dell’art. 30 del d.Lgs. N. 50/2016 e eccesso di potere (in relazione al censurato profilo della irragionevolezza), qualora un bando di gara, pur non richiedendo il possesso di alcun requisito in ordine alla capacità tecnico - organizzativa e alla capacità economico - finanziaria degli operatori economici, richieda espressamente il possesso di molteplici e specifiche certificazioni di qualità. l'esclusione della partecipazione alla gara mediante raggruppamenti di imprese di tipo verticale non appare conforme a quanto previsto dall’art. 48, 2° comma, del d.Lgs. N. 50/2016.
    Download Richiedi il documento
  • ATTRIBUZIONE GESTIONE DI PARCHEGGIO PUBBLICO A PAGAMENTO - INTEGRA CONCESSIONE DI PUBBLICI SERVIZI
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    L’affidamento della gestione di un parcheggio pubblico a pagamento, in relazione alla quale il prestatore riceve come corrispettivo le somme versate dai terzi per l’utilizzo del parcheggio, integri una concessione di pubblici servizi.
    Download Richiedi il documento
  • VERIFICA OFFERTA ANOMALA - DISCREZIONALITÀ TECNICA DELL’AMMINISTRAZIONE - GIUDICE AMMINISTRATIVO – SINDACATO SULLA LOGICITÀ E RAGIONEVOLEZZA, SULLA CARENZA DI ISTRUTTORIA E SULLA ERRONEITÀ DEI FATTI
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Con riferimento all'attività tecnico discrezionale esercitata dall'amministrazione in sede di sub-procedimento di verifica delle offerte anomale, il giudice amministrativo può sindacare le relative valutazioni solo sotto i profili della loro logicità e ragionevolezza, della carenza di istruttoria e della erroneità dei fatti, senza poter operare autonomamente la verifica di congruità sulle singole voci, dovendo - piuttosto - verificare globalmente la ragionevolezza e adeguatezza del giudizio formulato dall’amministrazione e della motivazione in ordine all’esito di non affidabilità espresso dalla stessa.
    Download Richiedi il documento
  • REVOCA AFFIDAMENTO DOPO LA STIPULA DEL CONTRATTO - NATURA DI RECESSO - LESIONE DIRITTI SOGGETTIVI DEL PRIVATO
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Con la stipula del contratto di appalto si costituisce tra le parti, pubblica e privata, un rapporto giuridico paritetico. Ne consegue che il riscontro di sopravvenuti motivi di inopportunità alla realizzazione del programma negoziale si riconduce all’esercizio del potere contrattuale di recesso.
    Download Richiedi il documento
  • PROPOSTA DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE – VERIFICA DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE APPALTANTE SULLA LEGITTIMITÀ ED OPPORTUNITÀ DELL’OFFERTA INDIVIDUATA DALLA COMMISSIONE – ANNULLAMENTO DELLA SCELTA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    L’amministrazione appaltante, prima di provvedere all’aggiudicazione in recepimento della relativa proposta formulata dalla commissione giudicatrice, è tenuta a svolgere un’ulteriore valutazione di legittimità e di opportunità dell’offerta e, ove l’esito di tale ponderazione risulti negativo, l’amministrazione può procedere all’annullamento della scelta o dell’intera gara.
    Download Richiedi il documento
  • OMESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA – ASSENZA DI CONDANNE – NO ESCLUSIONE MA SOCCORSO ISTRUTTORIO
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Chiara volontà del legislatore è quella di evitare (nella fase del controllo delle dichiarazioni) esclusioni dalla procedura per mere carenze documentali (ivi compresa anche la mancanza assoluta delle dichiarazioni), e quindi di imporre un’istruttoria veloce preordinata ad acquisire la completezza delle dichiarazioni (prima della valutazione dell’ammissibilità della domanda), e di autorizzare la sanzione espulsiva quale conseguenza della sola inosservanza, da parte dell’impresa concorrente, all’obbligo di integrazione documentale entro il termine perentorio accordato.
    Download Richiedi il documento
  • CONCESSIONI – APPLICABILITÀ DEL PRINCIPIO DI ROTAZIONE ‒ L’INVITO ALL’AFFIDATARIO USCENTE RIVESTE CARATTERE ECCEZIONALE E DEVE ESSERE ADEGUATAMENTE MOTIVATO (36 – 164.2)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Il principio di rotazione trova fondamento nella esigenza di evitare il consolidamento di rendite di posizione in capo al gestore uscente (la cui posizione di vantaggio deriva soprattutto dalle informazioni acquisite durante il pregresso affidamento), soprattutto nei mercati in cui il numero di agenti economici attivi non è elevato. pertanto, in linea generale, ciò comporta che l’invito all’affidatario uscente riveste carattere eccezionale e deve essere adeguatamente motivato l’art. 164, 2 comma, del d.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, prevede l’applicabilità anche alle concessioni delle previsioni del titolo ii del codice (e, quindi anche dell’art. 36 relativo al suddetto principio).
    Download Richiedi il documento
  • PRINCIPIO DI ROTAZIONE – COTTIMO FIDUCIARIO – COSTITUISCE BILANCIAMENTO ALL’AFFIDAMENTO DIRETTO E FIDUCIARIO – ESCLUSIONE PRECEDENTI AFFIDATARI DIRETTI (125 – 40.3)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Il base al principio di rotazione, la stazione appaltante ha la possibilità di escludere dall'invito un operatore già interessato ad un rapporto contrattuale con la stessa amministrazione. Il principio della “rotazione”, imposto con riferimento alla procedura di “cottimo fiduciario”, appare concepito dal legislatore come una contropartita, o un bilanciamento, del carattere sommario e “fiduciario” della scelta del contraente.
    Download Richiedi il documento
  • SCELTA CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE – DISCREZIONE DELLA STAZIONE APPALTANTE – DIPENDE DALL’OGGETTO DEL CONTRATTO – PREZZO PIU’ BASSO – PRESTAZIONI STANDARDIZZATE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La scelta del criterio più adeguato da adottare è effettuata discrezionalmente dalla stazione appaltante in relazione alle caratteristiche dell’oggetto del contratto.
    Download Richiedi il documento
  • PROTOCOLLO DI INTEGRITÀ - INTERPRETAZIONE - CONDOTTE PENALMENTE RILEVANTI DEL CONCORRENTE – OBBLIGO DI INFORMAZIONE ALLA STAZIONE APPALTANTE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Il protocollo di integrità deve essere interpretato secondo gli usuali criteri di ermeneutica contrattuale. In definitiva, ciò che viene richiesto all’imprenditore coinvolto in una vicenda penale relativa alla commissione di reati contro la pubblica amministrazione, è soltanto di informare la stazione appaltante in merito all’esistenza dell’imputazione e all’eventuale adozione di misure cautelari personali, non già di denunciare una propria condotta illecita.
    Download Richiedi il documento
  • CONCORRENTE AGGIUDICATARIO - IMPUGNAZIONE –DECORRENZA – DALLA DATA DI COMUNICAZIONE DEL PROVVEDIMENTO AI CONCORRENTI IN GARA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    È irricevibile il ricorso proposto avverso l'aggiudicazione di una procedura di gara nel quale si sollevano censure contro il provvedimento di ammissione dell'aggiudicatario che, come tali, avrebbero dovuto essere tempestivamente proposte entro il termine di cui all'art. 120, comma 2 bis, c.P.A.
    Download Richiedi il documento
  • AEEGSI - TERMINI RICORSO PROVVEDIMENTO - PUBBLICAZIONE SUL SITO
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La pubblicazione sul sito dell'autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico costituisce pubblicazione disposta “per legge o in base alla legge” ai sensi dell'art. 41, co. 2, c.P.A., che fa decorrere il termine per la proposizione del ricorso dinanzi al g.A.
    Download Richiedi il documento
  • IN HOUSE PROVIDING - REQUISITO ATTIVITA' PREVALENTE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    In materia di affidamenti diretti degli appalti pubblici detti "in house", infatti, ai fini del riconoscimento del requisito della prevalenza, il c.D."secondo requisito teckal"', rileva la quota di attività svolta in favore degli enti controllanti, e non assume rilievo il fatto che le ulteriori attività rivolte in favore di altri enti o organismi siano imposte in base a determinazioni di carattere autoritativo e siano dunque sottratte al circuito concorrenziale.
    Download Richiedi il documento
  • GIURISDIZIONE - CONTROVERSIE RELATIVE ALLA FASE DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO - APPARTENGONO ALLA GIURISDIZIONE ORDINARIA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Le controversie relative alla fase di esecuzione del contratto rientrano nella giurisdizione dell’autorità giudiziaria ordinaria.
    Download Richiedi il documento
  • VIOLAZIONI AD IMPOSTE E TASSE DEFINITIVAMENTE ACCERTATE - ISTANZA DI DEFINIZIONE AGEVOLATA POST GARA - EFFETTI (80.4)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Qualora la cartella di pagamento contenente il debito fiscale inadempiuto sopraggiunga dopo l’inizio della gara con la conseguente istanza di definizione agevolata, le violazioni ad imposte e tasse si considereranno definitivamente accertate in presenza di sentenze o atti amministrativi non più soggetti ad impugnazione.
    Download Richiedi il documento
  • PREDETERMINAZIONE CRITERI PUNTUALI PER L’ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI ED ELEMENTI DI VALUTAZIONE PERTINENTI ALLA NATURA, OGGETTO E CARATTERISTICHE DEL CONTRATTO
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Nella documentazione di gara devono essere indicati criteri di valutazione dell’offerta che siano pertinenti alla natura, all’oggetto ed alle caratteristiche del contratto.
    Download Richiedi il documento
  • RITO SUPER ACCELERATO – PROPOSIZIONE DI DUE RICORSI - NO AGGRAVIO PROCESSUALE
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Il sistema del rito c.D. Super accelerato previsto dall’art. 120, comma 2 bis, c.P.A., nella parte in cui obbliga alla proposizione di due ricorsi, uno avverso l'ammissione e l’altro avverso l'aggiudicazione, non si pone in contrasto con il principio di miglioramento dell’efficacia delle procedure di ricorso in materia di aggiudicazione degli appalti pubblici di cui alla direttiva 89/665/
    Download Richiedi il documento
  • REVISIONE PREZZI – AZIONE SUL SILENZIO - GIURISDIZIONE - AMMISSIBILITÀ’ AZIONE INNANZI AL GIUDICE AMMINISTRATIVO
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Ai sensi dell'art. 133 comma 1 lett. E) n. 2, c.P.A., rientra nella giurisdizione del giudice amministrativo la controversia inerente la revisione dei prezzi in un contratto qualificabile come appalto pubblico di servizi, atteso che l'art. 244 del codice dei contratti pubblici, superando la tradizionale distinzione in base alla quale erano devolute alla giurisdizione del giudice ordinario le controversie relative al quantum della revisione prezzi e al giudice amministrativo quelle relative all'an debeatur, imponeva la concentrazione dinanzi alla stessa autorità giurisdizionale di tutte le cause relative all'istituto della revisione prezzi negli appalti pubblici ad esecuzione continuata o periodica, con conseguente potere del giudice amministrativo di conoscere della misura della revisione e di emettere condanna al pagamento delle relative somme.
    Download Richiedi il documento
  • ILLEGITTIMA FORMULA VALUTAZIONE OFFERTA FONDATA SUL PREZZO - SINDACABILITA' IMPORTO TOTALE DELLA PROCEDURA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    La base d'asta deve essere credibile e non formulata su stime irrealistiche e disancorate dalla realtà dei valori di mercato.
    Download Richiedi il documento
  • RITO ART. 120BIS D.LGS 104/2010 - CONTROVERSIA INERENTE VALUTAZIONE DELL'OFFERTA - ILLEGITTIMITA'
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    E’ inapplicabile il c.d. Rito super speciale di cui all’art. 120, comma 2-bis, c.P.A., alla controversia sorta nella fase di valutazione delle offerte e non in quella preliminare di accertamento dei requisiti soggettivi.
    Download Richiedi il documento
  • INTERDITTIVA ANTIMAFIA - RISARCIMENTO DEL DANNO - RIMESSIONE ALLA ADUNANZA PLENARIA
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Il consiglio di stato rimette alla adunanza plenaria la decisione se l'interdittiva antimafia ai danni di un impresa illegittimamente estromessa da un appalto blocca anche il risarcimento del danno a suo favore, accertato con sentenza passata in giudicato.
    Download Richiedi il documento
  • SUPERAMENTO PERCENTUALE DI SUBAPPALTO - EFFETTI (105.2)
    Tipo Documento: GIURISPRUDENZA
    Descrizione:
    Il subappalto è soggetto ad autorizzazione e l’eventuale superamento della percentuale non comporta l’esclusione del concorrente dalla gara, potendo al più comportare l’esclusione del subappalto in caso di aggiudicazione.
    Download Richiedi il documento